arte e cultura

Arte e cultura > Palazzi

 

Montagna

Casa Paini Credaro - Casa Visconti Venosta

 

casa paini credaro montagna

Casa Paini Credaro

Comune: Montagna in Valtellina
Località: Frazione Contrada Paini - Via Paini 12-13
Epoca: XIV-XVI secolo

 

Dell'edificio in questione, collocato lungo la strada che conduce alla contrada Paini, non è stato possibile reperire dati certi riguardo alla data di edificazione e ai vari interventi di manutenzione effettuati. L'immobile di forma pressoché rettangolare, presenta sullo spigolo sud-ovest una caratteristica torre di belle proporzioni. La copertura di questa parte, a quattro falde, poggia su quattro pilastrini collegati fra di loro da un parapetto in ferro battuto. L'accesso a questo spazio è assicurato, sul lato opposto della strada, da una scala che esce dal corpo del fabbricato. Su quattro lati, solo uno è collegato alla struttura del palazzo e presenta caratteristiche finestre ad arco acuto. Sotto la torre è presente un passaggio coperto che poggia su una colonna a pianta esagonale; esso conduce ad un portone che permette di raggiungere il lato nord della casa. All'immobile si accede attraverso un portale in pietra ad arco a tutto sesto, recante in chiave uno stemma abraso. Sul lato opposto della strada troviamo un grande giardino diviso in due parti da un viottolo.

 

 

 

 

 

 

casa visconti venosta montagna

Casa Visconti Venosta

Comune: Montagna in Valtellina
Località: Frazione Centro - Località Piazza
Epoca: XV-XVI secolo

 

Sul lato ovest della piazza principale - dove sorge il notevole complesso costituito dalle chiese di S. Giorgio e dell'Addolorata, dagli oratori del Carmine e dell'Annunciazione, dall'ossario e dalla casa parrocchiale (quest'ultima quattro-cinquecentesca) - è presente un immobile di forma trapezoidale che si incunea fra due vie. Le strutture sono segnate in maniera pesante dai diversi interventi di adattamento, in particolare sul lato sud sono state chiuse alcune arcate e i loggiati presenti al primo e secondo piano, per fare posto a locali di abitazione. Nella parte alta di questo stesso lato sono ancora ben visibili i fori triangolari delle colombaie, collocate immediatamente al di sotto di una notevole fascia decorativa affrescata, seminascosta dalla falda del tetto. Nella facciata rivolta verso la casa parrocchiale si notano il grande portale, ora chiuso da una robusta cancellata e sovrastato da una finestra arcuata con davanzale in pietra lavorata, protetta da un'inferriata a spioventi che reca alla sommità un giglio stilizzato. Forse l'edificio era parte del complesso residenziale dei parroci di S. Giorgio.

 

Condividi