escursioni

Escursioni Bike

 

 

CHIESA - RIFUGIO BOSIO

Pedalando fra boschi e maggenghi, raggiungerete il Rif. Bosio in una delle zone più affascinanti della Valmalenco.

 

SAN GIUSEPPE - CAMPOMORO

Un’attraversata ideale per chi dal P.sso del Muretto vuole raggiungere Campagneda al di fuori delle vie più battute, o per chi vuol concedersi un’escursione appagante sfruttando la funivia da Chiesa.

 

MEZZA COSTA DELLE CONTRADE

Un itinerario breve, alla portata di tutti, alla scoperta di vecchie contrade e caratteristici nuclei rurali, lungo divertenti sentieri e stradine sterrate.

 

ALPE PALU'

Anello MTB CrossCountry di medio impegno che alterna il tracciato della pista da fondo invernale a sezioni single-track nel bosco ed intorno al lago, oltre  a qualche tratto su strada forestale.

 

VIA DEI TERRAZZAMENTI

Itinerario ciclo-pedonale

 

BIKE PARK ALPE PALU'

Nuovi tracciati "gravity" (Enduro, DH - Freeride) con percorsi di tutti i livelli. Completa il park una zona FUN con Pump trak e jump area.

 

Attorno al re incontrastato, il Pizzo Bernina, si snoda un itinerario fra i più belli delle Alpi.
Pedalando si scorgono i ghiacciai scintillanti del Bernina o del monte Disgrazia, la piramide dello Scalino, verdi boschi e alpeggi punteggiati da azzurri laghi.

 

Scopri l'itinerario >>

 

Noleggiare una bicicletta, scoprire il territorio con un tour guidato o una guida personalizzata, pedalare nella natura per poi rientrare con un comodo shuttle: questo ed altro è garantito dal nuovo servizio Valtellina Rent a Bike, che opera fra l’Alta Valtellina e il lago di Como.

 

Scopri dove e come noleggiare la tua bicletta >>

 

 

 

Piccolo decalogo del buon Biker

 

Anche se scontato, ogni biker dovrebbe tener ben presente che le sue escursioni si svolgono nel bel mezzo della Natura, un ambiente unico e fragile allo stesso tempo che deve essere rispettato e protetto. Le escursioni devono sempre essere accompagnate da un profondo rispetto per la natura e tutti gli elementi che la costituiscono, animali, vegetali o minerali.
Da queste poche considerazioni nasce un modo per riconoscersi tra persone rispettose dell'ambiente in cui ci muoviamo.

  • Monti, colline e campagne sono di tutti, e tutti hanno il diritto di goderne. Evitiamo quindi che il nostro mezzo possa essere causa di disturbo per gli altri. Quando si incrociano escursionisti a piedi, avvicinarsi lentamente, farsi sentire senza spaventarli, magari con un cenno di saluto (che non quasta mai...) e procedere con cautela. Se il sentiero è stretto diamo loro la precedenza. La gente giudicherà la mountain bike dal nostro comportamento.
  • Indossiamo sempre il casco e le protezioni, controllare la velocità ed affrontare le curve prevedendo che vi si possa incontrare qualcuno. Moderare la propria velocità in base al tracciato ed alle proprie capacità, soprattutto se si passa in zone abitate.
  • Restare sui percorsi già tracciati per non arrecare danni alla vegetazione ed evitare l'erosione del suolo tagliando per i pascoli o terreni molli. Evitare inutili frenate brusche o derapate soprattutto in discesa o su terreni soffici. Queste azioni evitano il dissesto dei sentieri e la creazione di solchi che a lungo andare favoriscono l'azione erosiva dell'acqua.
  • Non spaventare gli animali. Bisogna dare loro il tempo di spostarsi dalla nostra strada.
  • I rifiuti oltre ad essere brutti da vedere costituiscono una minaccia per l'inquinamento del suolo e delle acque e possono costituire un pericolo per altri escursionisti. Abituiamoci a portare a casa tutti i nostri rifiuti e magari anche quelli abbandonati da escursionisti maleducati.
  • Rispettare le proprietà pubbliche e private inclusi i cartelli segnaletici lasciando i cancelli così come li abbiamo trovati (e per cancelli si intendono anche le cinzioni per il bestiame). Rivolgersi ai proprietari, quando possibile, per attraversare i loro terreni. Spesso "vietato l'ingresso" significa "per favore chiedere il permesso".
  • Prestare particolare attenzione nel caso di attraversamento di parchi, riserve, oasi e sentieri natura o altre zone di particolare interesse. Sarà bene informarsi se vi sono eventuali vincoli o norme da adottare.
  • L'escursionismo in Mountain bike è una pratica sportiva che richiede un certo sforzo fisico ed allenamento. Per evitare pasticci e, fra l'altro, che altri debbano venire a toglierci dai guai, sarà meglio scegliere percorsi adeguati alle proprie capacità
  • Non viaggiate da soli se volete percorrere lunghe distanze in zone isolate e in ogni caso comunicate itinerario, destinazione e programma di viaggio.
  • Rispettare la filosofia del ciclo-escursionismo tesa al minimo impatto ambientale. Limitarsi a scattare fotografie ed a lasciare impronte leggere, se possibile neanche quelle portando a casa solo i bei ricordi.
  • Tenete rigorosamente la destra, anche sui sentieri più remoti e meno trafficati...troppo spesso si incontrano altri cicloescursionisti tagliare le curve sfiorando l'incidente.

    Buon divertimento a tutti!